mercoledì 24 agosto 2016

Si gioca e si fotografa per le Notti Colorate nel quartiere di Castello e al Ghetto.

 
In occasione delle Notti colorate organizzate dal Comune di Cagliari il quartiere storico di Castello e il Centro comunale Il Ghetto saranno i set ideali di tante attività per i piccoli dai 5 agli 11 anni ma anche per ragazzi e adulti cui sono dedicati tre interessanti tour fotografici. Tutto a cura del Consorzio Camù in collaborazione con le associazioni Edukarel e Insà.
Ed è tutto pronto per l'ultima delle Notti colorate, la Notte blu, in programma giovedì 25 agosto. In questa occasione i bambini dai 5 agli 11 anni saranno invitati a partecipare a un gioco/laboratorio sugli animali che abitano il mare e potranno dare sfogo alla loro fantasia per creare e realizzare dei fantastici animaletti marini utilizzando materiale da riciclo.
Nel frattempo, sempre dalle 20.30 ragazzi e adulti potranno partire dalle sale del Ghetto alla scoperta delle storie e dei misteri di Castello con l'obiettivo di scattare immagini da condividere su Instagram con l’hashtag #storyca.
 
I laboratori hanno una durata di due ore, dalle 20.30 alle 22.30.
 
Info e prenotazioni. dal martedì al sabato 9:00-13:00/16:00-20:00. Tel. 070/666399, cell. 346-6673565 o mail didattica@camuweb.it


-- 
Ufficio Stampa Consorzio Camù
c/o Centro Comunale d’Arte e Cultura EXMA
via San Lucifero 71, 09127 Cagliari
tel. 070 6402115 
cell.3466675296
Giuseppe Murru (responsabile), Stefania Cotza
e-mail: ufficiostampa@camuweb.it
www.camuweb.it 
www.exmacagliari.com

lunedì 22 agosto 2016

Sponz Fest, il festival diretto da Vinicio Capossela


 
Comunicato Stampa:
Dal 22 al 28 agosto torna per il quarto anno consecutivo lo Sponz Fest, il festival diretto da Vinicio Capossela che ha sede in Alta Irpinia e si avvale della collaborazione attiva dei comuni di Calitri, comune capofila del progetto, Sant’Andrea di Conza, Conza, Andretta, Cairano, Bisaccia e Sant’Angelo dei Lombardi.

Chi tiene POLVERE spara – scrive il direttore artistico Vinicio Capossela - è un modo di dire calitrano- che in paese significa “chi ha qualcosa da dire lo dicachi ha qualche mezzo lo usi!”, anche se è un mezzo povero come la POLVERE. E’ un invito al fuoco d’artificio, a tirare fuori quello che abbiamo dentro. Un invito a non subire le cose, ma a farle. Un invito all’azione e alla speranza. Ma anche un invito alla festa. La festa antica, dionisiaca, sponzante. La festa che dissipa e consuma, per ricordarci che non bisogna avere paura di vivere, ma bisogna impiegare tutto il dono della vita affinché quando Thanatos arriva con la sua falce, non le resti niente da prendere. 
Qualsiasi cosa un uomo faccia genera polvere. Quindi la polvere è movimento e vita. Pulvis presso i romani era la polvere della pista, del circo, del campo di battaglia e dunque la polvere come prodotto del movimento: non solo caduta, ma anche sollevata e rimestata.La quarta edizione dello SPONZ FEST si propone quindi il sollevamento della POLVERE. Alzare la POLVERE dalla terra su cui si è posata. Fare polverone, sollevare la testa nella confusione delle voci. 
I greci antichi con la parola anastasis indicavano il sollevarsi, significando, allo stesso tempo, resurrezione ma anche insurrezione. Ecco, “chi tiene POLVERE spara” è l’insurrezione che si oppone all’oblìo, al cammino della POLVERE che ricopre di sé terre ed esistenze. 


E di azione e di speranza questa edizione del 2016 è davvero ricca, a cominciare dall’inaugurazione che avverrà sui binari della stazione di Conza, dove proprio il 22 agosto, il treno storico riattivato dalla Fondazione FS per l’occasione, effettuerà la prima corsa sulla Avellino-Rocchetta, sospesa ormai dal 2010.

Questo avvenimento - simbolico ma anche concreto visto che la linea potrà essere utilizzata nel corso della settimana per raggiungere i luoghi del festival - è anche la realizzazione di un sogno impossibile che aveva caratterizzato e ispirato l’intera edizione dello Sponz 2014, intitolata appunto “Mi sono sognato il treno”, e ambientata in parte proprio in quello scalo ferroviario allora dismesso, a dimostrazione di come a volte la poesia, l’arte, la cultura possano diventare strumenti fondamentali per la rinascita economica e civile di territori depressi cui è stata “tolta la voce” da decenni e ancora segnati dall’emigrazione e da eventi drammatici come il terremoto del 1980.

In occasione della prima corsa del convoglio, nei suggestivi vagoni anni ’30, Ascanio Celestini si esibirà in “Letture di 3^ classe” da Gianni Rodari e Giustino Fortunato. Diverse bande musicali accoglieranno il treno nelle stazioni descritte dalla locale railway song “Franceschina la calitrana”, e sarà infine organizzato un assalto al treno nella stazione di Conza – Cairano – Andretta, dove verrà inaugurato il festival, con incendio di polvere .

Ma non sarà solo la polvere del treno ad essere alzata nella settimana dello Sponz Fest.
A completare il cast artistico, direttamente dalle polverose strade del Texas, il 25 agosto arriva sui binari della stazione di Calitri il cantautore Micah P. Hinson.  Acclamato come una rockstar grazie alla sua aura di poeta maledetto, lo storyteller nato a Memphis e cresciuto in Texas è diventato imprescindibile per chi ama la nuova scena americana, grazie ad una carriera decennale che ha imposto una visione eclettica del country blues, con liriche impareggiabili e spesso autobiografiche.
Il suo nome arricchisce il già sostanzioso programma che per una settimana spazierà dalla musica alla letteratura, dall’arte ai temi ambientali, dall’enogastronomia al trekking, senza dimenticare le attività dedicate ai più piccoli, coinvolgendo nomi di primissimo piano della scena culturale italiana e internazionale.

La POLVERE, nelle sue diverse declinazioni, sarà anche l’elemento che caratterizzerà tutti gli appuntamenti del festival; che si tratti di quella alzata da Paolo Rumiz nel suo cammino sull’Appia Antica e fermata su pagina nel suo ultimo libro “Appia”o di quella che ricopre la diaspora dei migranti raccontata dal giornalista Domenico Quirico nel suo ultimo libro “Esodo” e dal poeta siriano Khaled Alnassiry nella raccolta “Ho creduto a ogni cosa”. 

Ci sarà la POLVERE vulcanica dell’attore Mimmo Borrelli edel suo spettacolo/monologo “La Voce del Vulcano” in scena il 24 agosto a Calitri, in una notte che vede anche l’omaggio a Carlo Gesualdo con il concerto de “La consorteria delle tenebre” dedicato alla polvere delle macerie e dei “tremamenti” della terra; e poi, infine, la polvere pirica del canto anarchico con Alessio Lega.

Ci sarà la POLVERE di “Chiedi alla polvere”, il libro che ha consacrato il talento e il genio di John Fante e che verrà ricordato lunedì 22 agosto nella serata iniziale del Festival, insieme al figlio Dan (scomparso nel 2015 e già ospite dell’edizione 2014) con un incontro animato, tra gli altri, dal poeta Vincenzo Costantino CinaskiVictoria Fante e lo stesso Vinicio Capossela.

E poi naturalmente la polvere da alzare ballando fino a “sponzarsi come baccalà”: quella di dinamite che arriva da Guča, Serbia, con l’esplosiva banda di ottoni “Arizona Dream”, protagonista di un concerto all’alba di martedì 23 agosto sulla suggestiva rupe di Cairano, e poi attiva a fomentare la dissipazione nell’arco di  tutto il festival; quella che verrà sollevata venerdì 26 agosto nella “grande notte del ballodromo”, la sponza-notte dove, per dieci ore consecutive, si alterneranno sul palco orchestre “tradizionali” come la Banda della Posta e Tonuccio e i Pink Folk; e altre che rinnovano la tradizione della musica da ballo come gli straordinari Extraliscio guidati da Mirco Mariani e l’Orchestrina di Molto Agevole di Enrico Gabrielli.

Ed ancora il suono della POLVERE indagato da due grandi musicisti come Giovannangelo De Gennaro e  Gavino Murgia che si esibiranno rispettivamente mercoledì 24 e giovedì 25 agosto, a rinnovare gli spaventi lungo il sentiero della cupa.
Nell’anno della pubblicazione di Canzoni della cupa, particolare significato avrà il tradizionale concerto di Vinicio Capossela, che sabato 27 agosto porterà allo stadio di Calitri, ribattezzato per l’occasione “Sponz A-rena”,una versione speciale del tour Polvere con voci e protagonisti della terra dell’osso, ospiti che hanno preso parte al disco come Giovanna Marini e altri a sorpresa. 

Sarà un concerto speciale, che introdurrà alla grande notte incendiaria nel centro storico di Calitri al seguito dell’infuocato ensemble dei Diables de l’Onyar, diavoli dalla Catalogna che animeranno le grotte e i vicoli del paese vecchio fino all’alba.
A chiudere il festival infine, domenica 28 agosto, il concerto del violoncellista Mario Brunello tra le arcate a cielo aperto dell’Abbazia del Goleto di Sant’Angelo dei Lombardi, un luogo straordinario che si è scrollato di dosso la POLVERE del terremoto del 1980 e che dopo un lungo lavoro di restauro si presenta oggi in tutta la sua bellezza.

Ma tanti altri eventi speciali ed estemporanei anche quest’anno animeranno i vicoli e le grotte di Calitri dall’alba e al tramonto e dal tramonto all’alba: le attività ricreative rivolte ai più piccoli e i corsi di cucina tradizionale, la sezione articurata da Mariangela Capossela e dal gruppo Sponz Arti con la sua l'installazione/performance "Il velo della Sposa", le mostre fotografiche, le proiezioni di film e l’eccezionale allestimento del laboratorio del Teatro delle Albe che venerdì 26 agosto metterà in scena “l’Antigone”. Diverse grotte del centro storico saranno restituite all’uso di cantina, in un percorso di cultura legato al vino, grazie alla presenza di diversi produttori provenienti da diverse zone d’Italia, che appenderanno la Frasca all’ingresso degli antri tufacei. Quest’anno un particolare rapporto di scambio culturale sarà con la Sardegna.

Per poter realizzare alcuni punti di un programma così denso e articolato, l’Associazione Sponziamoci
 (che si basa totalmente sul volontariato) ha deciso di percorrere anche la strada del crowdfunding, tramite la piattaforma Eppela (eppela.com), con una campagna di successo che ha raccolto oltre 20.000 euro in meno di un meseFino al 4 agosto si può continuare a sostenere lo Sponz Fest ed essere ricordati come benefattori. Per saperne di più sulla campagna e sulle ricompense previstehttps://www.eppela.com/it/projects/9318-sponz-fest-2016

Anche PostepayCrowd, il programma di crowdfunding di Postepay, Visa e della piattaforma Eppela, cofinanziato dai partner, ha sostenuto lo Sponz Fest nella campagna con un co-finanziamento di 5.000 Euro. 
Cosa è lo Sponz Fest
.

Chi c’è stato, lo sa: lo Sponz Fest è una magia capace di coinvolgere e travolgere, un flusso di inesauribile energia che dagli stretti vicoli di Calitri si espande nella Valle dell’Ofanto per un’intera settimana. La storia dello Sponz Fest è di per se un piccolo miracolo che nelle prime tre edizioni ha convogliato in Alta Irpinia circa 30.000 persone e più di 70 ospiti tra musicisti, artisti, scrittori, poeti, registi, attori.
Nato per darsi un’occasione di fare “comunità” e come festa sui riti dello sposalizio, si è allargato ai temi dell’unione, del rapporto con la terra, dell’incontro con le altre culture.  

Il vero protagonista dello Sponz fest resta il territorio, il basso continuo della terra, i suoi paesaggi, i suoi paesi
. Ecco i principali luoghi che il festival toccherà grazie anche ai percorsi organizzati anche quest’anno da Irpinia Trekking, da percorrere tanto a piedi che su asini e muli: Centri storici di Sant’Andrea di Conza, Andretta, Cairano, Calitri, stazioni ferroviarie di Calitri, Conza - Andretta - Cairano. Abbazia del Goleto, Formicoso di Bisaccia e campagne circostanti. 
Il programma completo dello Sponz 2016 e tutte le informazioni sono disponibili sul sito 
www.sponzfest.it e sulla SPONZ APP, l’applicazione ufficiale per iOS e Android disponibile a breve gratuitamente su App Store e Google Play.
Dal 22 Agosto 2016 al 28 Agosto 2016
Calitri | Avellino
Luogo: Sedi varie
Enti promotori:
  • Comuni di Calitri
  • Sant’Andrea di Conza
  • Conza
  • Andretta
  • Cairano
  • Bisaccia
  • Sant’Angelo dei Lombardi

Sito ufficiale: http://www.sponzfest.it



pubblica:
Massimo Nardi



 

XV Edizione ANTIQUARIATO IN VALLE D’ITRIA (Martina F., 13-21 Agosto 2016)


XV Edizione Antiquariato in Valle d’Itria (Martina F., 13-21 Agosto 2016)

Si conclude domenica 21 l’annuale di Antiquariato e Modernariato

 

Battute conclusive per “Antiquariato in Valle d’Itria”, annuale di Arca Promoter dedicata all’Antiquariato e al Modernariato in corso di svolgimento sino a domenica sera presso l’Istituto Comprensivo “G. Marconi” di Martina Franca.

In una quindicesima edizione caratterizzata dalla crescente qualità delle esposizioni presenti, sembra trovare un riscontro positivo la risposta offerta dal pubblico, che nella settimana principe dell’estate ha già visitato con affluenza sempre costante la Mostra, premiando la scelta degli organizzatori di abbandonare i banchi mercatali dell’antistante piazza Marconi a favore di una più lineare sistemazione degli espositori. Notizie incoraggianti, inoltre, provengono anche dal fronte di questi ultimi, che hanno riconosciuto un pubblico più colto ed esperto, oltre che incuriosito dagli arredi, dalle tele e dagli oggetti appartenenti alle diverse epoche rappresentate. Una maggiore propensione a concludere buoni affari, dunque, da parte degli stessi visitatori che, approfittando del periodo vacanziero, iniziano a palesare la piacevole abitudine di frequentare il cuore della Valle d’Itria proprio per il concomitante evento di Antiquariato e Modernariato. Merito, questo, sia dell’eterogeneità storica e di provenienza dei prodotti presenti, con oltre 70 espositori giunti da ogni parte d’Italia, a partire dal Veneto e sino alla Sicilia.

Possiamo ritenerci finora soddisfatti per questi risultati – ha affermato il presidente di Arca Promoter Nicola Lorusso -, ma sappiamo anche che i traguardi sin qui raggiunti possono considerarsi ulteriormente migliorabili in questo ultimo fine settimana, da sempre momento clou per la conclusione degli affari. Ci gratifica l’apprezzamento ricevuto dai visitatori, giunti qui anche  da fuori regione appositamente per il nostro evento, e il gradimento degli stessi espositori, che quest’anno hanno trovato una migliore organizzazione, riconoscendo soprattutto un incremento della qualità della merce esposta”.

Sabato e domenica, dunque, saranno le giornate di punta di questa XV edizione di Antiquariato in Valle d’Itria, grazie anche all’orario continuato che consentirà l’apertura dei cancelli dalle 9 alle 23 in entrambe le giornate.

Maggiori informazioni sull’evento sono disponibili consultando il sito internet dell’Arca Promoter www.arcapromoter.it e i profili Facebook, Instagram, YouTube e Google Plus della stessa Associazione.

 

Martina Franca, 19 Agosto 2016                                   Ufficio Stampa ARCA PROMOTER

sabato 20 agosto 2016

"A letto con Marilyn" - Lu.C.C.A. Tuesday Nights


 
Comunicato stampa

 

Lu.C.C.A. Tuesday Nights

 

“A letto con Marilyn”

Quinto appuntamento con la rassegna “Realtà della finzione”

 martedì 23 agosto 2016 ore 21,30

 

 

Il sogno di ogni psicologo? Avere Marilyn Monroe sul lettino del proprio studio per parlare con lei e capire come ci si sente ad essere una delle donne più desiderate di tutti i tempi. Nell’anno del novantesimo anniversario dalla nascita del mito per antonomasia di Hollywood, il Lu.C.C.A. dedica una serata della rassegna “Realtà della finzione” all’intramontabile diva del grande schermo Marilyn Monroe. E lo fa per il quinto appuntamento con il Lu.C.C.A. Tuesday Nights dal titolo “A letto con Marilyn”, che si terrà martedì 23 agosto 2016 alle ore 21.30. A condurre come sempre Maurizio Vanni, nella veste di storyteller, affiancato dalla psicologa Giuseppina Tazzioli che intervisterà la star americana interpretata dall’attrice Ilaria Favali.

 

Un meta racconto che metterà a fuoco le vulnerabilità emotive di un personaggio che ha fatto la storia del cinema per capire quanto sia stata casuale la sua popolarità o quanto sia stata strategicamente pianificata. Ingenua e geniale o manipolatrice e cinica, pronta a tutto per il successo? Un’intera serata a disposizione per rispondere all’eterno quesito che appassiona da sempre i fan dell’attrice.

 

Biglietto unico di ingresso a 10 €, comprensivo di visita della mostra “Magnum sul set”. Per info e prenotazioni fino a esaurimento posti, telefonare allo 0583.492180 o scrivere a info@luccamuseum.com.

 

                                                                                                

 

Il programma di Lu.C.C.A. Tuesday Nights

 

Maurizio Vanni interagirà con:

 

19 luglio 2016

Tracce primordiali

Gennaro Scarpato, batterista moderno

Sherlee Blanco, theatre performer

 

26 luglio 2016

Aspettando Moby Dick

Cataldo Russo, theatre showrunner

e gli attori: Andrea Faver, Samantha Cesaretti, Michele Cariello

 

2 agosto 2016

Il regno della vera finzione

Lorenzo Vignando, ukulelista

Sandra Tedeschi, attrice

 

9 agosto 2016

Il tempo ritrovato

Simone Soldati, musicista

Silvio Zanoncelli, attore

 

23 agosto 2016

A letto con Marilyn

Giuseppina Tazzioli, psicologa

Ilaria Favali, attrice

 

30 agosto 2016

Aspettando Moby Dick

Cataldo Russo, theatre showrunner

e gli attori: Andrea Faver, Irene Passaglia, Michele Cariello

 

6 settembre 2016

Così è, se ci pare

Aram Khacheh, violoncellista

Antonella Lucii, attrice

 

20 settembre  2016

Marilyn: autopsia psicologica

Liliana Dell’Osso, Vice Presidente Società Italiana di Psichiatria

Ilaria Favali, attrice

 

27 settembre  2016

Tra verità, finzione e spiritualità

Ilaria Sacchelli, insegnante di yoga

Cristiano Tomei, chef

Claudia Cecchini, attrice

 

 

Per info e prenotazioni (fino a esaurimento posti):

Lu.C.C.A. – Lucca Center of Contemporary Art

Via della Fratta, 36 – 55100 Lucca tel. +39 0583 492180


 

Coordinamento organizzativo

Michela Cicchinè, Antonio Parpinelli, Fabrizio Bolaffio, Beatrice Coturri

 

Coordinamento esecutivo

Samantha Cesaretti

 

Una produzione di

MVIVA

 

_________

 

Addetto Stampa Lu.C.C.A.

Michela Cicchinè +39 0583 492180 / + 39 339 2006519 m.cicchine@luccamuseum.com
 
Pubblica:
Massimo Nardi

 

giovedì 11 agosto 2016

Yvonne Ekman. L'Armonia del Tutto



Spazio espositivo: MINIGALLERY_ASSISI
Via Portica nr.26, 06081 Assisi (PG)

Titolo evento: YVONNE EKMAN – L’ARMONIA DEL TUTTO

Data vernissage: sabato 13 agosto 2016
Data di chiusura: giovedì 8 settembre 2016

Orari di apertura: 10.30/13.30 – 15.00/19.30, chiuso il mercoledì
Biglietto: ingresso gratuito per tutti
Orario vernissage: 18.00
Patrocini: Città di Assisi
A cura di: Domenico Iaracà
Artista: Yvonne Ekman

PRESENTAZIONE:
L'Armonia del Tutto ovvero La Quadratura del Cerchio
Nelle opere di Yvonne Ekman lo spessore delle forme non è omogeneo ma varia leggermente, degradando dal centro della composizione dove queste si assiepano per diminuire mentre ci si allontana dal centro. Sono variazioni lievi, di un semitono, potremmo quasi dire se volessimo utilizzare una metafora musicale. E così pure la disposizione degli elementi, che segue percorsi arcani, a forma di spirale, talvolta, o lungo assi ottici più complessi da rintracciare con attenzione dietro l'apparente semplicità ricercata dall'artista. Nelle opere più recenti come nella ricerca degli anni addietro è quasi sempre il tutto, l'insieme, ad essere oggetto della sua attenzione […].

In colori uniformi, queste figure sono trasformate in solidi che racchiudono il loro messaggio non soltanto nel colore quanto nella pura forma, tracce di un continuo percorso umano alla ricerca delle regole che possano spiegare l'armonia del tutto, problema irrisolto quanto la quadratura del cerchio.
Domenico Iaracà

martedì 9 agosto 2016

GAZEBOOK SICILY PHOTOBOOK FESTIVAL

GAZEBOOK SICILY PHOTOBOOK FESTIVAL
9-10-11 SETTEMBRE 2016
PUNTA SECCA (RG)

Gazebook: Sicily Photobook Festival è un evento internazionale che promuove e diffonde la cultura fotografica attraverso il mezzo del fotolibro.
Inaugurato nel 2015 in Sicilia, oggi è prossimo alla sua seconda edizione che avverrà, come per l’anno passato, nel borgo di Punta Secca (RG) durante le giornate di venerdì 9, sabato 10 e domenica 11 settembre 2016.
La manifestazione si pone l'obiettivo di affrontare importanti temi legati allattualità e ai recenti sviluppi della fotografia contemporanea attraverso un evento culturale orizzontale, in cui lo spirito informale si combina con un programma formativo e professionale basato principalmente sul libero confronto e lo scambio di idee. Per tre giorni Punta Secca diventerà luogo di ritrovo per i più importanti esperti del settore fotografico, giornalistico ed editoriale italiano ed internazionale. Sulla scia della precedente edizione, le presentazioni editoriali e i dibattiti costituiranno il corpo principale della manifestazione, offrendo al pubblico la possibilità, a titolo gratuito, di avere un confronto diretto con fotografi, giornalisti, curatori e ricercatori. Gli eventi, gli incontri, i workshop e i bookshop, si svolgeranno e saranno posizionate nelle principali piazze e punti di ritrovo del borgo marinaro, collegate tra di loro da un circuito di mostre e installazioni open-air disseminate lungo il percorso pedonale. Il percorso espositivo, come tutta l’organizzazione di Gazebook: Sicily Photobook Festival, è a cura dei fondatori del festival Teresa Bellina, Simone Sapienza e Melissa Carnemolla, con la collaborazione di un comitato scientifico formato da professionisti, quali Maurizio Garofalo, Lina Pallotta, Chiara Oggioni Tiepolo e Colin Pantall.

TALKS
Il cuore di Gazebook: Sicily Photobook Festival, come ogni anno, è formato dal programma di Talk e incontri serali che si svolgono da venerdì 9 a domenica 11 alla luce del Faro di Punta Secca. Talks e incontri hanno come protagonisti fotografi, curatori, piccoli e grandi editori che si sono distinti nell’ambito internazionale nel corso degli ultimi anni per il loro lavoro. Presenteranno al pubblico del Festival i loro progetti e fotolibri, un'opportunità importante per esperti ed appassionati per capire le dinamiche contemporanee nel mondo editoriale, un momento di confronto e dialogo di grande livello con gli autori stessi dei progetti. From Jeddah Diary to Stranger con Olivia Arthur Olivia Arthur, membro dell'agenzia Magnum, durante il suo talk, mostrerà al pubblico gli sviluppi della sua carriera da fotografa documentaria, spaziando tra diverse tematiche, approcci e linguaggi visivi. Inoltre, forte della sua esperienza come co-fondatrice di Fishbar, Olivia offrirà al pubblico la sua esperienza trasversale, dal ruolo di fotografa a quello di self-publisher, che sarà poi approfondita durante il workshop in programma nel weekend con Philipp Ebeling.

Archive & Photobooks con Federica Chiocchetti, Niccolò Degiorgis, Francesca Seravalle
I tre curatori descriveranno al pubblico il loro lavoro sugli ultimi progetti curatoriali a cui hanno preso parte: Federica Chiocchetti parlerà della sua esperienza di curatela del libro Amore e Piombo, e del progetto Amateur Unconcern, Francesca Seravalle illustrerà Until Proven Otherwise il lavoro esposto in mostra lungo le strade di Punta Secca, e Niccolò Degiorgis ci delineerà il progetto Enciclopedia di Kurt Caviezel da lui curato e pubblicato dalla sua casa editrice Rorhof.
Everything was beautiful and nothing hurt con Adam Broomberg Adam Broomberg ripercorrerà le fasi principali della sua carriera artistica, caratterizzata principalmente dalla collaborazione con Oliver Chanarin con cui ha realizzato negli anni una numerosa serie di fotolibri ed esibizioni personali e collettive a livello internazionale. L’incontro toccherà i punti chiave dei principali progetti e sarà un'anteprima del workshop in programma nel weekend in collaborazione con Minimum.
In the Shadow of the Pyramids: identity, memory and revolution con Laura El-Tantawy
La fotografa illustrerà la genesi del suo primo libro In the Shadow of the Pyramids che esplora i temi della memoria e dell'identità sullo sfondo dei disordini politici in Egitto, paese nativo dell’autrice. Il fotolibro, autopubblicato nel 2015 in concomitanza con l'anniversario della rivoluzione egiziana, è stato riconosciuto da critici e collezionisti come uno dei migliori libri fotografici del 2015 ed ha vinto la nomination per il prestigioso Deutsche Börse Premio Fotografia Foundation 2016. Debate on publishing and distribution con Chiara Capodici, Andrea Copetti, Fiorenza Pinna, Michela
Palermo. Questo incontro tra quattro esperti di editoria, porterà avanti una discussione in senso ampio sul fotolibro e su altre forme espressive come le fanzine. Si soffermerà sull’oggetto ‘libro fotografico’, sulla sua produzione e sulle dinamiche legate alla sua distribuzione. Personal Projects and Commercials: push the boundaries! con Klaus Pichler. L’autore illustrerà durante il talk alcuni dei suoi principali lavori fotografici, sottolineando quali siano i confini ed i differenti linguaggi da lui utilizzati: da un lato progetti documentari e personali e dall’altro commissionati e commerciali. Partendo da Golden Days Before They End, come esempio di progetto documentario, fino ad
arrivare a Schock 1/2, espressione di una visione commerciale ci parlerà della sua esperienza nel mondo fotografico.

Martin and his Photobooks con Martin Parr
Martin Parr, membro ed attuale presidente dell'agenzia Magnum, sarà uno degli ospiti principali di Gazebook e chiuderà la programmazione sotto il faro con una lecture retrospettiva sui suoi fotolibri di maggior successo, tra cui Last Resort e Common Sense. Con oltre novanta fotolibri da lui pubblicati e più di trenta da lui curati, Martin Parr è oggi uno dei principali punti di riferimento nella fotografia documentaria e nel mondo del fotolibro.

MOSTRE FOTOGRAFICHE, INSTALLAZIONI E MULTIMEDIA
Quest’anno Gazebook ospiterà Olivia Arthur, fotografa pluripremiata a livello internazionale e membro dell’agenzia Magnum Photo. Oltre ad essere una fotografa nota in tutto il mondo per i suoi lavori fotografici, la Arthur è oggi anche co-fondatrice della casa editrice Fishbar di Londra. Olivia Artur esporrà in una mostra fotografica il suo lavoro STRANGER durante le giornate di Gazebook.
Il lavoro di Olivia Arthur parte da un avvenimento realmente accaduto l’8 aprile del 1961, quando il MV Dara, una nave che trasportava i passeggeri tra l'India, Pakistan e Golfo Persico, affondò fuori dal porto di Dubai. Nel tragico incidente persero la vita circa 238 persone, non tutti i corpi furono trovati ed ancora oggi i parenti dei dispersi continuano a cercare i loro cari. Nel lavoro Stranger l’autrice immagina un sopravvissuto che torna a Dubai cinquant'anni dopo raffigurandone le impressioni e lo spaesamento. Attraverso immagini e piccoli aneddoti, proprio come il naufrago, lo spettatore si perderà in un viaggio attraverso una città che si rivelerà maestosa e al tempo stesso alienante.

Oltre alla mostra fotografica di Olivia Arthur, ci saranno le mostre fotografiche dei Talenti Emergenti
• BLADE DIARY di Pietro Firrincieli
• LIMBO di Valentino Bellini e Eileen Quinn
• THE UNBEARABLE, THE SADNESS AND THE REST di Clementine Schneiderman
• NOVEMBER IS A BEGINNING di Esa Ylijaasko
• ZERO YEARS di Vaclav Tvaruzka
Photobook Bristol presenterà una mostra dei dummy e dei fotolibri selezionati per il First/Dummy Book Table 2016, questa mostra è organizzata in collaborazione con Gibellina Photo Road.
Il progetto UNTIL PROVEN OTHERWISE di Francesca Serravalle, investiga il tema dell’autenticità di quelle che vengono comunemente accettate come “prime foto”. Ogni prima foto ha una sua intrigante storia alle spalle e per raccogliere più di un centinaio di immagini, Francesca Serravalle, ha impiegato quasi tre anni facendo ricerche negli archivi storici e contattando musei, istituzioni e inventori per provare la veridicità di queste foto o sfatare falsi miti. Il progetto Until Proven Otherwise sarà esposto come installazione lungo le strade e le spiagge del borgo di Punta Secca.
Un'altra novità di questa seconda edizione di Gazebook sarà lo spazio multimedia organizzato in collaborazione con Slideluck “When photobooks make love with multimedia” Slideluck Gazebook proietterà i lavori multimediali selezionati durante la call, dando spazio ai migliori lavori
basati su un progetto fotografico legato ad una qualsiasi forma di fotolibro, compresi dummy e self published. La giuria composta da Valentina Abenavoli, Andy Adams, Daria Birang e Yumi Goto, sceglierà i 20 finalisti che saranno proiettati davanti agli ospiti di Gazebook ed al pubblico presente domenica 10 settembre. I lavori scelti saranno premiati con una mostra alla prossima edizione di Foiano Fotografia e con un invito alla successiva edizione di Gazebook.

WORKSHOP , LABORATORI E LETTURE PORTFOLIO
Anche quest’anno Gazebook dedica una parte importante delle sue giornate inaugurali alla didattica, mettendo a disposizione dei suoi visitatori e partecipanti numerose e diversificate possibilità di avvicinarsi al mondo della fotografia e di approfondire argomenti e tematiche con personalità di rilievo internazionale dell’ambito fotografico e curatoriale.

I WORKSHOP organizzati da Gazebook sono tutti a pagamento e a numero limitato di partecipanti per consentire un rapporto diretto con i docenti durante le giornate di lezione. “From image to page” con Olivia Arthur e Philipp Ebeling - 10/11 settembre

Questo workshop di due giorni è formulato per aiutare i fotografi a sviluppare le loro idee e consolidare il messaggio che vogliono trasmettere attraverso il loro lavoro. L’attenzione sarà incentrata su come sviluppare idee ed argomenti complessi attraverso le immagini. Un elemento chiave del workshop sarà la focalizzazione sul processo di produzione del libro dal punto di vista della narrazione. “The structure of the photobook” con Fiorenza Pinna e Chiara Capodici - 10/11 settembre L'equilibrio fra le parti è il risultato più difficile da raggiungere nella composizione e progettazione di un libro, per questo il workshop aiuterà, coloro che hanno già un libro in fase di progettazione, ad affinare la sensibilità e la visione degli autori nella costruzione di un progetto editoriale. “Cutting you” con Michela Palermo - 9 settembre Questo workshop è dedicato a chi vuole realizzare “praticamente” una fanzine fotografica. Il gruppo di partecipanti lavorerà insieme al docente su un tema definito insieme. Durante la giornata i partecipanti saranno invitati e assistiti nella ricerca e produzione di materiali iconografici. Alla fine del workshop sarà costruita una fanzine con il lavoro prodotto dai partecipanti. “Dissidents” con Adam Broomberg - 10/11 settembre
Più che un workshop, un’esperienza: attraverso la sperimentazione di estetiche e linguaggi Adam Broomberg spingerà i partecipanti a sfuggire al conformismo politico e all’istituzionalizzazione artistica Questo workshop è organizzato da Minimum in collaborazione con Gazebook.

UNA LIMONATA CON…
Le LIMONATE sono brevi incontri didattici a numero aperto e ad accesso gratuito, ogni incontro verrà tenuto da un esperto di un particolare settore e si focalizzerà su un particolare ambito di interesse. Gazabook in questa sua seconda edizione propone:

Venerdì 9 settembre
17.00 Martin Parr “We Love Photobooks!”
18.00 Chiara Oggioni Tiepolo “La Parete Bianca”
19.00 Maurizio Garofalo “Il ruolo della copertina nei magazine”
Sabato 10 settembre
16.30 Lina Pallotta “Personal Narrative”
17.30 Maria Teresa Salvati “Introduzione al Personal Branding”
18.00 Colin Pantall “Story Spotting”

LETTURE PORTFOLIO
Gazebook, darà la possibilità gratuita a tutti coloro che vorranno confrontarsi e mostrare i propri lavori e progetti fotografici di un confronto diretto con gli ospiti. Nel pomeriggio di domenica 11 settembre, infatti, sarà possibile incontrare:
Federica CHIOCCHETTI / Niccolò DEGIORGIS / Laura EL-TANTAWY / Lina PALLOTTA / Maurizio GAROFALO /Chiara OGGIONI TIEPOLO / MAPS Magazine / Michela PALERMO / Colin PANTALL / Klaus PICHLER / RVM Magazine / Francesca SERAVALLE / Maria Teresa SALVATI / FUGAZINE / MONKEYPHOTO

LIBRERIE
Gazebook: Sicily Photobook Festival ospita numerosi bookshop ogni anno curati da differenti realtà nazionali ed internazionali. Quest’anno partecipano con le loro librerie durante le giornate di venerdì 9, sabato 10 e domenica 11 settembre
• MiCamera (www.micamera.com ) Micamera è uno spazio dedicato alla fotografia e comprende la libreria specializzata, lo spazio espositivo e un’aula dedicata ai corsi e agli incontri. Nasce nel 2003 per iniziativa di Flavio Franzoni e Giulia Zorzi. Fino al 2006 lavora soprattutto come libreria, consolidando le proprie competenze e creando una serie di contatti internazionali che poi, con il trasferimento nella nuova sede nel 2006, si tradurranno nella nascita della galleria e dell’attività formativa.
• Tipi (www.tipi-bookshop.be) Tipi bookshop è una libreria di Brussels in Belgio, dedicata ai fotolibri autoprodotti e ai piccoli editori indipendenti da tutto il mondo. A gestire il banchetto ci sarà Andrea Copetti suo fondatore e direttore
• Funzilla Fest Gazebook (www.funzillafest.com )
Dopo la felice esperienza della prima edizione il Funzilla Fest di Roma porta a Gazebook una selezione delle photozine, dove sarà possibile acquistare, sfogliare, commentare, criticare, ri-fotografare una selezione delle photozine ospitate durante il festival romano.
A gestire il banchetto Paolo Cardinali (Fugazine/Funzilla Fest), Danilo Palmisano e Alessandro Ciccarelli (Monkeyphoto/Funzilla Fest).

SPEAKERS’ CORNER MARKET
Nelle tre giornate di Gazebook, verrà messo a disposizione di tutti gli autori presenti un tavolo in cui sarà possibile mettere in mostra il proprio fotolibro, con l’obiettivo di condividere idee e discuterne con il pubblico di Gazebook. Lo Speakers' Corner Market si affiancherà ai bookshop ufficiali di Gazebook.

CONTATTI
photogazebook@gmail.com
Simone Sapienza 320 252 6214
Melissa Carnemolla 327 4556852
Teresa Bellina 3701226513

UFFICIO STAMPA
Valeria Ribaldi
3409093214
valeria.ribaldi@gmail.com


pubblica: